I datori di lavoro e la formazione dei lavoratori agili

Pubblicato il 15/05/2018
In: Formazione Salute e Sicurezza Normativa Lavoro agile e sicurezza

L'avvento della tecnologia, il superamento della tradizionale concezione di luogo di lavoro e la crescente volontà di agevolare la conciliazione vita - lavoro hanno permesso allo smart working di diventare una modalità di lavoro sempre più utilizzata da aziende di piccole e grandi dimensioni. 

Il datore di lavoro deve aggiornare la valutazione dei rischi connessi al cambiamento organizzativo legato al lavoro agile e provvedere a formare i lavoratori e le figure manageriali coinvolte; in questa fase è fondamentale il supporto del Servizio di Prevenzione e Protezione.

Una recente nota dell'INAIL riassume in particolare i diversi obblighi sopra richiamati sottolineando che tra questi vi è quello di "fornire adeguata formazione periodica in merito ai requisiti di salute e sicurezza sul lavoro in ambienti indoor e outdoor se non ricompresi in quella prevista dal D.Lgs. n.81/2008".

Degli adempimenti connessi al lavoro agile se ne discuterà durante un incontro dedicato che si terrà il 24 maggio (14.30-17.30) a Milano presso Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza.

Se non sei ancora iscritto, entra ora a far parte di RSPPITALIA per accedere gratuitamente ai contenuti premium e ai servizi riservati agli RSPP, ASPP e professionisti della sicurezza.

Copyright © 2018 RSPPITALIA